Lettera a me quattordicenne

Ciao Antonio,

sono te e ti scrivo dal 2014. Oggi abbiamo quasi 40 anni, un lavoro fisso e una bella famiglia. Immagina tuo padre adesso che stai leggendo questa lettera. Bene, nel 2014, che ti piaccia o meno, noi siamo un po’ come lui. Non so bene perché ho deciso di scriverti proprio adesso; è successo tutto ieri, ho letto la notizia di un razzo della NASA che è esploso in aria e mi sono ricordato di quanto ci piaceva pensare allo spazio, alla scienza e all’infinito da raggiungere.

Ti ricordo bene mentre facevi tutti i calcoli per capire se un giorno saremo mai riusciti, io e te, a salire su un razzo spaziale e a volare via. Un giorno hai letto un articolo che parlava del piano della NASA per mandare il primo uomo su Marte e ti sei appuntato questa data, il 2050. Pensavi che se per allora l’uomo sarebbe andato su Marte, allora i viaggi comemrciali, aperti anche ai civili, sarebbero dovuti essere a disposizione di tutti. Ti immaginavi già, nel 2050, a 74 anni, a salire su uno Space Shuttle, un po’ come tu nel 1990 sali su un aereo per andare in Inghilterra d’estate. Non ho mai ben capito perché un ragazzo con quei sogni e quel talento non abbia deciso di intraprendere una carriera nel mondo dell’aereonautica. Perché non hai mai fatto come gli altri bambini? Perché non hai mai detto “voglio fare l’astronauta”? Cosa ti ha frenato?

Prima di scriverti mi sono imposto di non farti troppi spoiler. Adesso però dovrei prima spiegarti cos’è uno spoiler. Diciamo che io vivo in una società in cui è cattiva educazione raccontare a chi non lo sa, come va a finire una storia. Lo so che ti sembra assurdo, tu hai 14 anni, hai un fuoco che ti brucia dentro, vorresti sapere tutto del mondo. Tu e i tuoi amici spendete soldi per comprarvi riviste amatoriali che ti raccontano come finisce Dragonball, vivi in un mondo in cui la prima domanda che si fa all’amico che torna dagli USA è “cosa sta succendendo a Beatiful?”. Tutto questo non c’è più e oggi non è bene raccontare cosa succede dopo.

Perciò cercherò di dirti poco del tuo futuro, ma vorrei comunque raccontarti un po’ di quello che andrà bene e cosa andrà male.

Iniziamo con i viaggi nello spazio. Purtroppo la NASA ha deciso di rallentare il programma spaziale, niente uomo su Marte, mi dispiace. Ma per fortuna ci sono molti investitori privati che stanno cercando di entrare nel mercato dei viaggi spaziali. Pensa che adesso nello spazio ci vanno perfino i cinesi e gli indiani. Forse per il 2050 abbiamo ancora qualche speranza.

Passiamo ad un altro tema che so che ti sta a cuore: libri e fumetti. Qui le cose andranno sempre meglio  Certo, ti dovrai abituare a vivere in un mondo in cui le edicole non sono più quel paese della cuccagna a cui sei abituato, e dovrai rassegnarti a non passare più le ore a girovagare in una libreria, ma in cambio avrai molto altro. Dove vivo io adesso è molto più semplice cercare e comprare libri e fumetti. Ti dico solo che in meno di 24 ore posso avere un corriere che mi porta a casa qualsiasi libro o fumetto che desideri, e non costa praticamente niente.

La tecnologia, come penso immaginerai, farà un balzo in avanti incredibile. Però ti stupirà, prenderà delle strade che non avresti mai immaginato. Nessuno dei tuoi amati romanzi di fantascienza si è avvicinato minimamente a quello che succederà. Sarà un mondo nuovo e inaspettato, ci saranno tante delusioni, ma alla fine sarà un bel percorso. Ti dico solo questo, i videogiochi saranno spettacolari e li troverai ovunque. In tasca in questo momento ho un dispositivo elettronico, più piccolo di un Gameboy, ma con uno schermo 100 volte più bello del televisore che papà ha da poco comprato da te. Su questo dispositivo sto giocando ad un videogame su L’Uomo Ragno che da vedere è molto più bello di qualsiasi film tu abbia mai visto, e questo videogioco è perfino gratis.

I film poi, hanno raggiunto dei livelli di spettacolarità che tu non potrai mai immaginare. Ti ricordi quando al Cinema Comunale vedesti per la prima volta il trailer di “Scontro tra Titani”? Ti ricordi quella sensazione di stupore che ti provocarono quei pochi minuti? Fu un’esperienza tanto potente che io oggi ho dimenticato completamente il film che venne dopo il trailer, ma riesco ancora a vedere la scena in cui la testa della statua di Atena cade per terra e inizia a parlare. Immagina che i film di oggi sono tutti, ma proprio tutti, più spettacolari di “Scontro tra Titani” e in questi film ci saranno tutti i tuoi personaggi preferiti: l’Uomo Ragno, Hulk, Batman, Superman, il Capitano Kirk, Sylvester Stallone, Tom Cruise.

E con questo penso di averti scritto tutto quello che andava detto. Come vedi ci sono tante cose belle che ti aspettano, vedrai cose incredibili e storie mai raccontate. A volte ti sembrerà perfino di ricevere troppe informazioni, di avere troppa scelta, di essere circondato da troppa tecnologia e non ti nascondo che vivrai momenti della tua vita in cui deciderai di prenderti una pausa dal mondo. Ma sai com’è la vita, ci sono alti e bassi.

Sarà un viaggio bellissimo e tu ci sarai.

Ti aspetto,

Antonio

p.s.  Faccio uno strappo alla regola e ti scrivo un piccolo spoiler, perché questa la devi sentire: ci saranno ben due nuove trilogie di Star Wars.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...